Classi Ambiente Liceo Scientifico "R.L. Satriani" di Petilia Policastro

                                con la collaborazione del  Circolo Legambiente Petilia                                        

 

 Una scuola per amica

per gli orfani di Aids dello Swaziland

progetto promosso da Legambiente, COSPE e ANLAIDS

Raccolta di fondi nel corso della manifestazione "Bancarelle di Natale", organizzata dalla Pro Loco "Perseo" di Petilia Policastro" (le foto)

Il progetto “Clima e Povertà” promosso dalla Legambiente, a cui hanno aderito alcune classi del Liceo Scientifico “Raffaele Lombardi Satriani” di Petilia Policastro (KR), vuole informare e sensibilizzare sui problemi legati alla globalizzazione, al sottosviluppo, vuole sviluppare la percezione di appartenere ad un mondo globale, affrontare le problematiche ambientali ma anche educare alla pace, alla solidarietà, al rispetto delle culture diverse. Nel corso dell’anno scolastico saranno organizzati incontri/dibattiti, proiezione di filmati, per conoscere le problematiche del continente africano, sarà avviato un gemellaggio con una scuola dello Swaziland.

 

Parte la campagna Io resto solidale

 I fondi destinati a Legambiente andranno al progetto Una scuola per amica. Costruiamo scuole per aiutare i bambini orfani di Aids nello Swaziland

Realizzare 10 scuole nei prossimi 3 anni e dare assistenza a 1200 bambini e ragazzi di età compresa tra i 7 e i 15 anni rimasti orfani di Aids nello Swatziland, una delle regioni dell’Africa meridionale più colpite da questo virus.
Per questo scopo Legambiente impiegherà il denaro proveniente dalla campagna “Io Resto solidale” ideata per raccogliere, nei negozi che aderiranno all’iniziativa, il resto rimanente dagli acquisti e sostenere progetti di solidarietà. A fianco di Legambiente altre due meritevoli organizzazioni come Caritas Italiana e Special Olympics, che da molti anni realizzano grandi opere di solidarietà, saranno beneficiarie dei fondi di “Io Resto solidale”. Gli stessi acquirenti potranno scegliere a chi devolvere il resto dei propri acquisti per finanziare i progetti delle tre organizzazioni.
I donatori che vorranno sostenere il progetto di Legambiente potranno assicurare agli orfani di Aids non un’assistenza fine a se stessa ma dare loro strumenti concreti per far costruire ai bambini e alle comunità le fondamenta di un futuro svincolato dagli aiuti. Questo programma di adozione a distanza si chiama “Una scuola per amica” perché è proprio attraverso la scuola, luogo di formazione delle nuove generazioni, che i bambini orfani di Aids dello Swaziland, potranno essere aiutati a crescere come persone normali e salvati dall’emarginazione sociale. A scuola infatti, i bambini riceveranno l’educazione direttamente dai loro insegnanti che vivono nella comunità, potranno imparare un mestiere e tutti i saperi essenziali alla vita che i genitori non possono più trasmettergli; avranno cibo di qualità tre volte al giorno e assistenza sanitaria garantita attraverso un costante monitoraggio. Avranno soprattutto diritto ad una infanzia normale: potranno essere bambini come gli altri e giocare con i loro compagni senza sentirsi emarginati o diversi.
Lo Swaziland è uno dei paesi dove la situazione della diffusione dell’HIV/AIDS è più grave e quasi il 40% della popolazione adulta è positiva all’HIV. Sono i genitori, nella maggior parte dei casi, ad infettarsi e morire, le persone comprese tra i 20 e 40 anni, su cui ricade la cura delle fasce più vulnerabili della società: bambini ed anziani. Sono oltre 50.000 oggi gli orfani di Aids, su una popolazione che in Swaziland non raggiunge il milione di abitanti.
“Con questo nuovo strumento di raccolta fondi ci auguriamo di poter raggiungere in tempi brevi l’obiettivo che ci siamo prefissi con il progetto Una scuola per amica – dichiara Roberto Della Seta presidente nazionale di Legambiente – perché riteniamo che le gravi situazioni in cui versano i tanti paesi del sud del mondo non possano più aspettare. La partecipazione che ognuno di noi può dare è fondamentale per costruire il domani di queste comunità. Con soli 180 euro all'anno, - continua Della Seta - è possibile garantire agli orfani di AIDS - che vivono oggi in condizioni di grave emarginazione e semi-abbandono - un luogo protetto dove crescere, in grado di fornire loro una molteplicità di servizi che attengono alla sfera non dell'assistenza ma dei diritti della persona: l'educazione, la salute, l'alimentazione”.

Regalati un anno di solidarietà!

Se anche tu vuoi fare una donazione puoi effettuare un versamento sul c/c postale n. 57431009 intestato a Legambiente Onlus, Via Salaria 403 – 00199 Roma.

Causale: Adozioni Swaziland

Oppure bonifico bancario – S.O.S. Legambiente n. 000000511440 / abi 05018 /  cab 12100 / cin N

C/o Banca Popolare Etica

Causale: Adozioni Swaziland

 

Legambiente è una onlus: ai sensi dell’art.13 dlgs 460/97 è possibile detrarre le proprie donazioni

 

Per informazioni dettagliate sul progetto Shewula: www.legambiente.com

 

Auguri per un anno di pace e solidarietà!