La nostra storia

Legambiente, nata nel 1980, è un’associazione apartitica, aperta ai cittadini di tutte le convinzioni politiche, religiose, morali, opera a favore di una società basata su un equilibrato rapporto uomo – natura, per un modello di sviluppo fondato sull’uso appropriato delle risorse naturali e umane


Legambiente Petilia

Il Circolo Legambiente di Petilia Policastro, affiliato dal 1980 alla Legambiente, è una ONLUS - organizzazione non lucrativa di utilità sociale -, iscritta al Registro Regionale del Volontariato.

Documenti

documenti associativi, relazioni, proposte

Video

video scientifico - ambientali, tradizioni - storia, legalità

Facebook

Pagina facebook Legambiente Petilia

Foto

Foto delle attività

Scuola Parco

Il sito web del Liceo Scientifico di Petilia Policastro

Il Parco Nazionale della Sila

Uno scrigno di natura

boschi - animali

Luoghi e tradizioni da scoprire

ospitalità

I nostri progetti

le nostre attività


Le campagne di Legambiente

Il Circolo organizza le iniziative promosse dalla Legambiente, partner, a diverse iniziative, il Reparto Carabinieri Biodiversità di Catanzaro e il locale Liceo Scientifico.

Sentieri promossi nel Parco

l'associazione collabora con l'Ente Parco Nazionale della Sila per la "tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale"

Una città diversa è possibile

un incontro pubblico dove è stato presentato il documento: “Una città diversa è possibile, per un futuro di sostenibilità ambientale, sociale e culturale”

Volontari x Natura

Volontari per Natura è un progetto nazionale che punta a promuovere il volontariato e a sviluppare la pratica della cittadinanza attiva, rivolto ai giovani, alle scuole secondarie superiori. Il Liceo Scientifico di Petilia Policastro ha aderito come “Scuola Sostenibile” a Legambiente, al fine di impegnarsi, con le proprie classi, nella promozione di stili di vita sostenibili all'interno della propria comunità e del proprio territorio.

Comunica con Legambiente Petilia

Cosa dice la gente


Gli articoli più recenti dal nostro blog

News And Updates


Gli stagni di Timpone San Francesco

Escursione, domenica 21 febbraio 2021, agli “Stagni sotto Timpone S.Francesco”, è un Sito di Interesse Comunitario – IT9320046
Il sito Timpone S. Francesco si caratterizza per la presenza di un paesaggio con forme di erosione di tipo calanchivo, ricade nella proposta di “Parco dei Calanchi”. Gli stagni, sono di origine artificiale realizzati a fini irrigui nel settore agricolo, con il tempo sono andati incontro a un processo di rinaturalizzazione. Il sito è situato in un ambiente collinare a morfologia da ondulata a moderatamente acclive, il cui substrato è costituito da sedimenti argilloso limosi del Pliocene, le “argille di Cutro”.


Walk, Watch & Clean

camminare, osservare e pulire la valle Tacina

Legambiente “Valle Tacina”, per 2021, propone  un programma di attività legate alla campagna nazionale: “Walk, Watch & Clean“, l’iniziativa lanciata da Legambiente per “riprenderci la bellezza dei nostri territori, liberandoli dal degrado e dai rifiuti”. Una serie di uscite domenicali, essenzialmente, nella valle del fiume Tacita, nel rispetto delle misure anti Covid, che possano consentire una passeggiata (Walk), per osservare (Watch), ri-scoprire luoghi, e liberarli da eventuali rifiuti abbandonati (Clean), un gesto che possa diventare “virale”, coinvolgendo cittadini e associazioni.

Ambienti compromessi ma ancora ricchi di natura, storia locale, ideali per ri-scoprire il territorio. L’idea è quella di percorrere sia vecchi sentieri, mulattiere, come i percorsi della transumanza, che consentivano alle greggi, di poter raggiungere i verdi pascoli silani, sia di individuare nuovi tracciati legati ad alcuni importanti aspetti storici della comunità petilina, del marchesato crotonese, alle testimonianze di una millenaria civiltà contadina. Valorizzare tracciati esistenti, dismessi, come la ex ferrovia Crotone – Petilia Policastro. Il tracciato ex ferroviario, insieme ad antichi tratturi, potrebbe dar luogo ad una importante “greenway”, una “via verde”, che per il notevole valore ambientale dei territori attraversati, potrebbe rappresentare una grande opportunità nel settore del tempo libero e del turismo rurale. Un lungo il corridoio ecologico, costituito dal sistema fluviale del Tacina,  ZPS – Zona di Protezione Speciale – “Marchesato e Fiume Neto”, che collega due importanti aree protette: Il Parco Nazionale della Sila e l’Area Marina Protetta di Capo Rizzuto. Emergenze ambientali come la “selvaggia” valle Niffi, nel territorio di Roccabernarda, in parte risparmiata dall’antropizzazione. L’interessante area calanchiva dal punto di vista geomorfologico-paesaggistico che ricade nel territorio di -Cutro e Roccabernarda.  Solo alcune delle possibili mete.

Proporre, “custodire”, una serie di sentieri anche come strumento di controllo e tutela dell’ambiente, al fine di rafforzare il rapporto sinergico tra l’escursionismo e la tutela della qualità ambientale. Una forma di escursionismo lontana dalla pratica sportiva, per una “mobilità dolce”, a piedi, in bicicletta, che possa legare alla valenza di un’attività all’aria aperta, un benessere psicofisico. Un’attività per tutti, un movimento con tempi a misura d’uomo. Coniugare l’osservazione del territorio naturale, la conoscenza, la riscoperta di luoghi familiari, con un’azione di risanamento, pulizia.

Il calendario nella pagina Walk, Watch & Clean” c