All posts by Luigi Concio

Spiagge Pulite 2024

Spiagge e Fondali Puliti” a Steccato di Cutro, domenica 12 maggio

PER ADERIRE

Il Circolo Legambiente “Valle Tacina” di Petilia Policastro (KR) ha aderito all’iniziativa: “Spiagge e Fondali Puliti”, la campagna nazionale /internazionale di Legambiente, domenica 12 maggio 2024.

Alle ore 9:00, nella frazione di Steccato di Cutro, sarà allestito un gazebo – banchetto informativo, in via Ionio (spazio, parcheggio, antistante l’accesso alla spiaggia). Inoltre si chiede la rimozione dei rifiuti indifferenziati e piccoli ingombranti che saranno raccolti nel corso della manifestazione. L’attività di pulizia prevede il coinvolgimento di cittadini, delle seguenti associazioni che fino ad oggi hanno aderito: Corpo Forestale Volontario Esaf – distaccamento di Steccato; Associazione universo minori di Catanzaro.

La campagna storica, dal 1995, di Legambiente: “Spiagge e Fondali Puliti”, è dedicata alla pulizia volontaria dei rifiuti abbandonati lungo le nostre bellissime coste, quest’anno, dal 10 al 12 maggio 2024, al grido di “Riprendiamoci la spiaggia”! Sono ancora tanti, troppi, i rifiuti abbandonati sulle spiagge.

Ripulire le spiagge e i fondali dai rifiuti è un atto di protesta: per chiedere, cittadini, associazioni, enti locali, a gran voce provvedimenti urgenti per la riduzione e un corretto smaltimento dei rifiuti.

Il Circolo Legambiente “Valle Tacina” di Petilia Policastro dedica la giornata di pulizia alla tragedia del 26 febbraio 2023, che ha segnato profondamente il cuore di tutti. Oltre a restituire alla comunità uno spazio più pulito e accogliente, l’intenzione è diffondere un messaggio di speranza e di impegno per una visione sostenibile per tutti. Un mondo dove l’equilibrio e il rispetto tra gli esseri umani sono al centro.


Comunicato Stampa, 20 febbraio 2024

Emergenza ambientale nel bacino del Tacina: il fiume Soleo completamente prosciugato, Legambiente “Valle Tacina” lancia un appello per un uso sostenibile dell’acqua

Il Circolo Legambiente “Valle Tacina” di Petilia Policastro esprime profonda preoccupazione per lo stato di completo prosciugamento del fiume Soleo, affluente del Tacina, nel tratto che attraversa l’abitato di Petilia Policastro, a valle della derivazione delle sue acque operata dal Consorzio di Bonifica Ionio Crotonese.

Da oltre una decina di giorni, il fiume Soleo non presenta più alcun flusso d’acqua, compromettendo gravemente l’equilibrio ecologico e mettendo a rischio la vita acquatica. La mancanza di un “minimo deflusso vitale”, come definito dalla legislazione vigente e dalla direttiva europea 2000/60/CE, risulta essere una violazione delle norme che mirano a preservare la naturale integrità degli ecosistemi acquatici.

Nonostante il persistente periodo di siccità e il limitato apporto di piogge, confermato dalle registrazioni della stazione meteorologica del Liceo Scientifico, la gravità della situazione è principalmente imputabile ai prelievi massicci per scopi idroelettrici e agricoli. La gestione insostenibile delle risorse idriche richiede un urgente coinvolgimento delle comunità del bacino del Tacina per limitare i prelievi e le derivazioni, specialmente a fini idroelettrici e agricoli, una particolare attenzione in prospettiva del rinnovo delle concessioni. Serve che le istituzioni, ai diversi livelli, l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale, si attivino e che la comunità si mobilizzi per adottare pratiche di utilizzo responsabile dell’acqua e per la salvaguardia dei nostri corsi d’acqua.

La situazione attuale richiede un ripensamento della gestione delle risorse idriche. È necessario coinvolgere attivamente le comunità locali per limitare i prelievi e indirizzare l’agricoltura verso colture più adatte alle condizioni di siccità sempre più frequenti. Ciò implica l’adozione di tecnologie innovative per rendere più efficienti i processi di irrigazione e ridurre il consumo complessivo di acqua.

Il Circolo per l’Ambiente, oggi Legambiente “Valle Tacina” di Petilia Policastro, riafferma il suo impegno nella tutela ambientale, come dimostrato dalla battaglia negli anni ’80 per contrastare la derivazione delle acque del fiume Soleo. L’associazione invita i cittadini e le associazioni del territorio a unirsi nel fronteggiare congiuntamente le sfide ambientali attuali, sostenendo un uso razionale e sostenibile delle risorse idriche per uno sviluppo rispettoso dell’ambiente.

Come cantava Lucio Battisti “si deve fare di tutto per avere un paese dignitoso e fiumi con pesci vivi”. Proteggiamo i pesci di acqua dolce, l’ecosistema fluviale.


Aderisci a Legambiente


Perché diventare Socio di Legambiente?

Per essere parte attiva del cambiamento, partecipare a tutte le iniziative di volontariato e alla vita associativa. E in più, sarai assicurato per tutte le iniziative di Legambiente.

L’scrizione è un passo concreto nella difesa del nostro pianeta, verso un futuro sostenibile. Insieme per costruire un mondo in cui la natura prospera e le generazioni future possono godere di un ambiente sano.

Sostenere Legambiente non è solo un atto di responsabilità, ma un investimento nel futuro della Terra. Il nostro impegno è globale, ma la forza inizia da ciascuno di voi. Iscriviti oggi e diventa parte attiva del cambiamento che il nostro pianeta così urgentemente richiede.

Schierati, iscriviti, rinnova il tuo sostegno e dai voce alle battaglie per l’ambiente. Diventa socio Legambiente oggi.

Ordinario

Con abbonamento a La Nuova Ecologia  30€/anno, il nostro Circolo lo ha ridotto a 25 €

Giovane

18-35 anni

Con abbonamento a La Nuova Ecologia  15€/anno, il nostro Circolo lo ha ridotto a 10 €

Scuola e formazione

con abbonamento a La Nuova Ecologia 30€/anno, il nostro Circolo lo ha ridotto a 25 €


Festa dell’Albero 2023

Festa dell’Albero al Liceo Scientifico di Petilia Policastro
VIDEO

Il Liceo Scientifico Statale “Raffaele Lombardi Satriani” e la Scuola Primaria “Dante Alighieri”, che hanno aderito al programma “Scuole Sostenibili” di Legambiente Scuola e Formazione, hanno organizzato nei giorni 20 e 21 novembre la Festa dell’Albero.

La Festa dell’Albero, promossa da Legambiente dal 2008, mira a sensibilizzare sull’importante contributo degli alberi nella lotta alla crisi climatica e nella tutela dell’ecosistema e della biodiversità. Un evento rilevante è la Giornata Nazionale degli Alberi, istituita dal Ministero dell’Ambiente nel 2011, celebrata ogni 21 novembre per promuovere politiche ambientali di riduzione delle emissioni, protezione del suolo e miglioramento della qualità dell’aria.

Il Liceo Scientifico Statale “Raffaele Lombardi Satriani“, diretto dalla Prof.ssa Antonella Parisi, ha attivamente partecipato alla 28ª edizione della Festa dell’Albero il 21 novembre 2023. In collaborazione con il Circolo Legambiente Valle Tacina di Petilia Policastro e il Reparto Carabinieri Biodiversità di Catanzaro, l’evento ha visto la partecipazione di Fernando Militerno, Consigliere Provinciale di Crotone, Nicola Belcastro, responsabile di Crotone di Calabria Verde, il Centro “Maria Teresa di Calcutta” e l’Istituto Professionale di Petilia Policastro, le due scuole condividono lo stesso edificio e gli spazi verdi, l’auspicio che i loro studenti, insieme, possano tutelare l’area verde e diventarne custodi. Nel corso della mattinata è stata inaugurata la serra idroponica, descritta successivamente.

Il Liceo è impegnato, da anni, nel progetto nazionale “Un Albero per il Futuro” con i Carabinieri della Biodiversità. L’obiettivo del progetto è la creazione di un bosco diffuso, geolocalizzabile e monitorabile attraverso la piattaforma del progetto “Un Albero per il Futuro“.

Nel corso della mattinata, sono state piantate essenze vegetali tipiche del territorio all’interno del polo scolastico, sono state geolocalizzate e conteggiate nel progetto internazionale “Life Terra“. L’attività ha anticipato la futura piantumazione di oltre 70 piante, fornite gratuitamente da ARSAC e dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Catanzaro. Il Liceo ha in progetto la creazione di un orto botanico, un’opportunità unica per gli studenti di apprendere praticamente sull’importanza della conservazione della biodiversità e della sostenibilità ambientale.

Anche l’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” ha aderito attivamente alla Festa dell’Albero, coinvolgendo gli alunni delle classi prime, seconde e della pluriclasse 1°/2°, in collaborazione con i Carabinieri Forestali. L’Istituto ha piantato alberi nel giardino della scuola, seguendo le indicazioni del progetto internazionale “Life Terra”.

In conclusione, la Festa dell’Albero ha dimostrato che le scuole del Petilino non solo insegnano ma agiscono concretamente per preparare le nuove generazioni a fronteggiare le sfide ambientali. Gli alberi non sono solo simboli di bellezza, ma veri e propri alleati nella battaglia contro i cambiamenti climatici, e le scuole sono il terreno fertile in cui questa consapevolezza può crescere e radicarsi..


PULIAMO IL MONDO 2023

Il Liceo Scientifico Statale “Raffale Lombardi Satriani” di Petilia Policastro (KR) ha partecipato con entusiasmo alla 31ª edizione dell’iniziativa “Puliamo il Mondo”, organizzata da Legambiente dal 22 al 24 settembre 2023. L’evento, organizzato dal Circolo Legambiente Valle Tacina di Petilia Policastro, ha coinvolto le classi prime della scuola, con il prezioso supporto della classe 5^A e dell’Ecocomitato.

Il tema centrale di questa edizione, “Per un clima di pace”, ha ispirato il nostro impegno. Il Liceo Scientifico ha rinnovato l’adesione al percorso “Scuole Sostenibili” promosso da Legambiente Scuola e Formazione, con la collaborazione del Circolo Legambiente Valle Tacina di Petilia Policastro. Questa collaborazione rappresenta un impegno costante e duraturo nella promozione della cittadinanza attiva, con l’obiettivo di proteggere l’ambiente e rafforzare il senso di comunità tra i nostri studenti.

Il messaggio chiave di “Per un clima di pace” ha guidato le nostre azioni, che miravano a restituire alla comunità luoghi più puliti, accoglienti e inclusivi. Abbiamo condiviso la visione di un mondo sostenibile per tutti, basato su un rapporto equilibrato e rispettoso tra gli esseri umani, gli altri esseri viventi e la natura.

Durante la mattinata, il nostro gruppo di partecipanti si è dedicato alla pulizia di un tratto di via Garibaldi, la strada principale della frazione Foresta di Petilia Policastro. Questa area era particolarmente sporca, come confermato dal “Monitoraggio Litter”. I giovani liceali hanno condotto un’attività di citizen science, osservando e classificando i rifiuti abbandonati nell’area antistante l’edificio scolastico. Questa attività è stata condotta utilizzando schede e un protocollo specifico.

Inoltre, un piccolo gruppo di partecipanti ha dedicato il loro tempo all’azione di pulizia e sistemazione dell’area verde della scuola, dove è stata realizzata una serra-laboratorio per la coltivazione idroponica. Questo progetto rappresenta un esempio di Agricoltura 4.0, mostrando come sia possibile coniugare la tecnologia e l’agricoltura per promuovere pratiche più sostenibili. In conclusione, la partecipazione del Liceo Scientifico Statale “Raffale Lombardi Satriani” di Petilia Policastro a “Puliamo il Mondo” il 23 settembre 2023 è stata un’importante dimostrazione del nostro impegno per un mondo più pulito, sostenibile e pacifico. Abbiamo lavorato duramente per migliorare il nostro ambiente locale e promuovere la consapevolezza ambientale tra i nostri studenti, dimostrando che piccoli gesti possono fare una grande differenza nel perseguire un futuro migliore per tutti

Puliamo il Mondo 2022


Agosto nel Parco 2023

Visita di alcuni anni fa a “Mamma Giuseppina”

maggiori informazioni/iscrizione

Il Circolo Legambiente “Valle Tacina” di Petilia Policastro (KR), con la collaborazione del Raggruppamento Carabinieri Biodiversità -Reparto Biodiversità di Catanzaro – e del Liceo Scientifico di Petilia Policastro, ha organizzato, da 18 al 20 agosto 2023, l’iniziativa: “Vivere il Parco Nazionale della Sila: escursioni, serate astronomiche, per una natura senza barriere” ,  tre giorni nel Parco Nazionale della Sila, “per la tutela, promozione, del territorio, del Parco Nazionale della Sila”, che hanno il fine di far scoprire, promuovere, gli ambienti naturali e le tradizioni del territorio, estendere alla popolazione residente, ai turisti/emigranti, alle persone disabili, le attività di conoscenza, fruizione degli ecosistemi naturali, per un uso sostenibile delle risorse ambientali“. 

Lo scenario delle attività è il bosco del Gariglione, la Riserva Naturale Regionale “Gariglione – Pisarello“, nel settore della Sila Piccola, dove sono ubicate le sorgenti del fiume Tacina. Uno dei posti più incantevoli del Parco, ad elevata qualità ambientale. 

La caserma forestale del Gariglione sarà l’elemento centrale della nostra proposta, il luogo per tutte le attività formative – informative, divulgative, da dove partiranno gran parte delle escursioni, mediante una serie di sentieri tracciati per una sostenibile fruizione e godimento dell’Area protetta  caserma forestale del Gariglione sarà l’elemento centrale della nostra proposta, il luogo per tutte le attività formative – informative, divulgative, da dove partiranno gran parte delle escursioni, mediante una serie di sentieri tracciati per una sostenibile fruizione e godimento dell’Area protetta.

PROGRAMMA

Attività/partenza dalla ex caserma del Gariglione

  Venerdì 18 agosto 2023

– ore 15.30, escursione: “La riserva biogenetica del Gariglione”, per una prima conoscenza del Parco;

– ore 21.30, serata astronomica “Il Parco sotto le Stelle nelle notti di San Lorenzo”, una serata astronomica guidata da un astronomo/astrofili, con l’ausilio di telescopi.

Sabato 19 agosto 2023

– ore 8.30, escursione: “Visita a “Mamma Giuseppina” e alla scoperta dell’alta vale del Tacina”, l’itinerario: caserma Gariglione– loc. “Mamma Giuseppina” –  fiume Tacina (loc. Rinosi) – cascata Piciaro  e ritorno alla ex caserma.

– ore 21.30, serata astronomica “Il Parco sotto le Stelle nelle notti di San Lorenzo”.

Attività/partenza da loc. Spuntone (villaggio Principe di Petilia Policastro)

Domenica 20  agosto 2023

–  ore 8.30, escursione: ”Il giro delle Macchie”; l’itinerario: loc. Spuntone,  Macchia della Petinella, Macchia dell’Arpa, Macchia dell’Orso, Caserma del Gariglione.

Attrezzatura/modalità: pranzo a sacco ed acqua a sufficienza, abbigliamento adeguato con scarpe da trekking, bastoni telescopici per chi le usa, occhiali da sole cappello e eventualmente crema solare, macchina fotografica.


Puliamo in Mondo 2022

Il Circolo Legambiente di Petilia Policastro (KR) ha aderito alla XX edizione di “Puliamo il Mondo ”, l’edizione italiana di “Clean Up the World” promossa dalla Legambiente,  supportando le “Scuole Sostenibili: Cambiamo la Scuola che Cambia“: la Scuola Primaria, il Liceo Scientifico e il Comune di Roccabernarda nella raccolta dei pneumatici usati, collabora il consorzio Ecotyre. Le iniziative: sabato 24 settembre (Foresta di Petilia Policastro – Liceo Scientifico); 30 settembre (Petilia centro – Scuola Primaria); 1 ottobre (Roccabernarda) . L’appuntamento ufficiale di Legambiente è dal 30 settembre al 2 ottobre: tre giorni duranti i quali migliaia di volontari, tra cittadini, scuole e amministrazioni, saranno impegnati nel ripulire le aree degradate del Paese e fare un gesto concreto a favore dell’ambiente.

L’edizione 2022: “giustizia sociale e climatica per riqualificare i territori”, rigenerazione di siti urbani e periurbani sottratti alle comunità locali dal degrado e dall’abbandono di rifiuti. “Riappropriasi e riqualificare uno spazio pubblico tramite la transizione ecologica, restituendolo agli abitanti in un clima di dialogo e inclusione delle frange più emarginate della popolazione, è un grande gesto di giustizia sociale.Oggi più che mai è necessario dimostrare come le comunità siano fautrici di una società che promuove la pace e il rispetto della diversità, rifiutando la guerra, ogni forma di violenza, di odio e discriminazione; per questa ragione il messaggio della trentesima edizione di Puliamo il Mondo è “PER UN CLIMA DI PACE” “.

Puliamo il mondo è un’occasione non solo per il recupero ambientale di aree urbane, strade, boschi, parchi, ma anche per creare un rapporto di collaborazione tra cittadini e istituzioni locali, unite per testimoniare il proprio rispetto per il territorio.

PROGRAMMA 24 SETTEMBRE

  • AREA D’INTERVENTO
  • Area urbana della frazione di Foresta del Comune di Petilia Policastro (KR) (aree urbana, aree verdi)
  • ATTIVITA’
  • ore 8.30  – appuntamento alle presso il cortile del Liceo Scientifico
  • consegna dei materiali ai partecipanti e registrazione degli iscritti;
  • monitoraggio litter, attività di citizen science, osservazione e classificazione dei rifiuti abbandonati nell’area antistante l’edificio scolastico mediante schede;
  • pulizia dimostrativa del centro storico e di alcune aree verdi urbane (raccolta differenziata dei rifiuti)
  • ore 12:00, sarà collocato un pannello per promuovere il “Parco della Castagnella”, in loc. Dietro Manche, una piccola delegazioni di scuole, associazioni, Comune di Petilia Policastro, il Reparto Carabinieri Biodiversità di Catanzaro.

PROGRAMMA 30 SETTEMBRE

  • AREA D’INTERVENTO
  • Area urbana di Petilia centro (aree urbana – centro storico, aree verdi)
  • ATTIVITA’
  • ore 8.30  – appuntamento alle presso il cortile della Scuola Primaria di via  D.Alighieri
  • consegna dei materiali ai partecipanti e registrazione degli iscritti;
  • pulizia dimostrativa del centro storico e di alcune aree verdi urbane (raccolta differenziata dei rifiuti)

PROGRAMMA 1 OTTOBRE

  • AREA D’INTERVENTO
  • Area urbana di Roccabernarda
  • ATTIVITA’
  • ore 9.30  – appuntamento presso il cortile della Scuola Media, loc. Giarre
  • consegna dei materiali ai partecipanti e registrazione degli iscritti
  • pulizia dimostrativa del quartiere e del tratto stradale fino al campo sportivo (raccolta differenziata dei rifiuti)

LA STRADA DEL PETILINO, UN’OPERA IMPORTANTE CON TANTE OMBRE

Inaugurazione della strada, 15 gennaio 2022

Comunicato Stampa del Circolo Legambiente “Valle Tacina”, 16/01/2022

LA STRADA DEL PETILINO, UN’OPERA IMPORTANTE CON TANTE OMBRE

Il Circolo Legambiente Valle Tacina dà merito a comitati come Diritto al Mare

e chiede agli amministratori un uso più attento delle risorse

Il Circolo Legambiente “Valle Tacina”, all’indomani della inaugurazione della “Strada del Petilino”, vuole prima di tutto dare merito a tutti coloro, in primis il comitato di “Diritto al Mare”, che per un ventennio hanno portato avanti il bisogno di rompere l’isolamento dell’Alto marchesato crotonese e il disagio nel raggiungere la città di Crotone. Il Circolo, però, vuole anche sottolineare il demerito per una errata risposta tecnico – politica, ad una giusta esigenza. Un’opera che non risolve assolutamente il problema dell’isolamento delle aree montane del petilino e del progressivo spopolamento, già avvertito dalla ex Comunità Montana della Presila Catanzarese che nei primi anni ’80 proponeva una strada pedemontana, rilanciato, negli ultimi anni, con il progetto preliminare della nuova S.S. 106, il tratto tra Simeri Crichi (Catanzaro) e Passovecchio (Crotone). Altra proposta alternativa potrebbe essere una strada di collegamento con la SS 107, la Crotone – Cosenza.

Le perplessità di Legambiente “Valle Tacina” sul “tracciato stradale” risalgono sin ai primi anni 2000, quando venne presentato il progetto di massima, in una delle sale del ristorante la “Favola Antica” di Petilia Policastro. I tecnici evidenziarono delle possibili “problematicità” legate alla natura dei terreni attraversati, di natura argillosa, suscettibili a scivolare. Un territorio che ricade, gran parte, nel comune di Cutro che è caratterizzato da un’alta incidenza di frane, alla fine degli anni ’70 un esteso fenomeno franoso interruppe il tracciato stradale di collegamento alla SS106. Viste le caratteristiche geomeccaniche del sedime stradale occorre un’attenta valutazione dell’impatto del traffico pesante sulla nuova arteria. L’aspetto positivo è la presenza di uno straordinario paesaggio geomorfologico da tutelare e valorizzare, dove far nascere il “Parco dei Calanchi”, grazie all’azione dell’associazione “I calanchi del marchesato”.

Nei nostri comunicati stampa, uno degli ultimi del mese di aprile del 2014, nel denunciare il diffuso dissesto idrogeologico del nostro territorio, venne sottolineato: ” ….Tra i tanti esempi di sperpero di denaro pubblico, ricollegabili al cosiddetto dissesto idrogeologico, ricordiamo solo, per problemi di spazio, la strada del Petilino, conosciuta come la strada del “Diritto al Mare”, franata per diverse centinaia di metri prima di essere conclusa. Un tracciato che interessa materiali con caratteristiche fisico- meccaniche scadenti, depositi limo-sabbiosi, con una importante frazione argillosa, che poggiano su argille plioceniche. Materiali che, se imbevuti d’acqua, hanno la “cattiva abitudine” di scivolare con grande facilità. Le perplessità sul tracciato erano emerse sin da subito, anche alla luce con quanto era avvenuto nelle altre strade del territorio di Cutro.”

Il completamento della strada è stato un atto dovuto, per i tanti bisogni delle comunità dell’Alto marchesato crotonese, con un iter realizzativo travagliato, che ha portato ad allungare i tempi e i costi, intorno ai 20 milioni di euro.

La lezione che si può trarre dalla vicenda è che le scelte future siano più attente.  L’invito alla Provincia di Crotone, ai nuovi di amministratori, è quello di avere una visione più ampia, al di là dei bisogni dei singoli campanili, un uso più attento delle risorse che si potranno avere per la rete viaria provinciale.


Festa dell’Albero 2021

LICEO SCIENTIFICO DI PETILIA POLICASTRO
LE FOTO
VIDEO

L’Ecocomitato – Scuola Sostenibile Legambiente – del Liceo Scientifico “Raffaele Lombardi Satriani”, diretto dalla D.S. Antonella Parisi, ha aderito alla 26e edizione della Festa dell’Albero, sabato 20 novembre 2021, con la collaborazione e supporto del Reparto Carabinieri Biodiversità di Catanzaro e del Circolo Legambiente Valle Tacina di Petilia Policastro.

La Festa dell’Albero, quest’anno, si svolge nell’ambito del Life Terra, un progetto europeo di cui Legambiente è partner e che si prefigge l’obiettivo di piantumare 500 milioni di alberi nei prossimi 5 anni (di cui 9 milioni in Italia).

Gli studenti liceali sono in sciopero, da alcuni giorni, per le gravi inefficienze del trasporto pubblico, ma non hanno voluto mancare il loro contributo nel contrastare i cambiamenti climatici e il riscaldamento globale, con una importante azione di cittadinanza attiva: piantare nuovi alberi Una piccola azione locale nella direzione dell’impegno dei leader mondiali, al recente G20 a Roma, di piantare “1000 miliardi di alberi”, per salvare il pianeta.

All’evento sono intervenuti: una delegazione dell’Istituto Professionale del Legno; gli educatori – naturalisti Alfredo Rippa, Alberto Garofalo e il luogotenente Tommaso Rotella del Reparto Carabinieri Biodiversità di Catanzaro; gli Assessori  Antonio Ierardi, Carmelo Garofalo e il Presidente del Consiglio Comunale Fernando Militerno del Comune di Petilia Policastro; l’esperto di Legambiente, il dottore forestale, Giovambattista Savonarola Gentile e alcuni soci del Circolo Legambiente, con il Presidente Luigi Concio.

Il Liceo Scientifico ha aderito, dallo scorso anno, al progetto triennale nazionale di educazione ambientale “Un Albero per il Futuro, per la realizzazione di un bosco diffuso con i Carabinieri della Biodiversità”, individuando un’area, all’interno del plesso scolastico, dove far nascere un orto botanico. Nel corso della mattinata sono state piantate oltre una sessantina di piante, specie vegetali autoctone: cerro, roverella, leccio, acero campestre, sughera, etc., che sono state geolocalizzate e inserite nella piattaforma del progetto.

L’iniziativa, promossa dall’associazione Legambiente dal 19 al 21 novembre 2021, si propone di sensibilizzare, far conoscere, il l’importante contributo che hanno gli alberi nella lotta alla crisi climatica e all’insostituibile ruolo che svolgono per la tutela dell’intero ecosistema e della biodiversità.

Il Ministero dell’Ambiente, dal 2011, con la legge n.10 , ha istituito la Giornata Nazionale degli Alberi dal 2011, viene celebrata ogni 21 novembre con l’intento di “promuovere le politiche di riduzione delle emissioni, la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero e la vivibilità degli insediamenti urbani”.