Category Campagne nazionali

RigeneriAmo la Natura

Presentazione, il 7 agosto 2019, presso il camping di Sovereto, nel Comune di Isola Capo Rizzuto, dell’iniziativa “RigeneriAmo la Natura”, Legambiente, con Intesa Sanpaolo, Area Marina Protetta Capo Rizzuto, Arci Crotone e la Regione Calabria, presente l’ass. all’ambiente Antonietta Rizzo. L’iniziativa “Rigeneri AMO la natura!” nasce per riqualificare, con progetti semplici e concreti, quattro aree pregiate dal punto di vista ambientale in Puglia, Calabria, Campania, in Calabria è stata scelta: Sovereto, una località marittima situata nel Comune di isola Capo Rizzuto (KR); l’intervento mira a riqualificare la spiaggia attraverso il ripristino degli habitat dunali e retrodunali, la risistemazione del sentiero esistente di accesso al bosco, alla spiaggia e alle infrastrutture turistiche dedicate, oltre che prevedere la realizzazione di interventi di ingegneria naturalistica e piantumazione di specie autoctone della macchia mediterranea. La campagna di raccolta fondi è promossa da Legambiente e Intesa Sanpaolo.


RiciclaEstate 2019

Il Circolo Legambiente “Valle Tacina” di Petilia Policastro ha collaborato ad alcune tappe di RiclaEstate: “la raccolta differenziata ti segue in vacanza” , organizzata da Legambiente Calabria, insieme ai Circoli calabresi e dal Conai. Il 7 agosto, nella mattinata, a Steccato di Cutro, nel pomeriggio in loc. Sovereto di Isola Capo Rizzuto, il 12 agosto in piazza Filottete di Petilia Policastro. Nel corso dell’attività di informazione/sensibilizzazione sono stati realizzati dei giochi, il laboratorio ludico e una novità: il beach litter, il monitoraggio dei rifiuti di spiaggia, che ha visto il coinvolgimento dei bagnanti.


RiciclaEstate a Petilia Policastro

Nella giornata del 12 agosto, in piazza Filottete di Petilia Policastro, è prevista una tappa di “RiclaEstate”, la campagna di sensibilizzazione di Legambiente Calabria e Conai sulla raccolta differenziata nei comuni costieri della Calabria e nei Comuni in cui sono presenti i Circoli di Legambiente. Legambiente Petilia, inoltre, supporta il team di RiciclaEstate nelle due tappe di Steccato di Cutro.
RiclaEstate, giunta alla 5^ edizione, è la campagna di sensibilizzazione di Legambiente e Conai sulla raccolta differenziata nei comuni costieri della Calabria e nei Comuni dove sono presenti i Circoli di Legambiente.
Si tratta di 20 tappe disseminate in tutta la Calabria. La finalità è la sensibilizzazione alla raccolta differenziata è rivolta: ai cittadini residenti, ai vacanzieri italiani e stranieri, ai lavoratori stagionali italiani e stranieri; alla sensibilizzazione dei soggetti commerciali; ma anche e soprattutto realizzare una raccolta differenziata spinta del secco; educare le nuove generazioni al rispetto dell’ambiente attraverso un consumo consapevole. Lo slogan di quest’anno recita “Diventa protagonista dell’estate e regala un atto d’amore alle nostre località turistiche. Basta un piccolo gesto e tanta buona volontà”. Uno slogan che serve per ricordare che anche in vacanza bisogna fare la raccolta differenziata.
Nel corso delle diverse tappe viene realizzato un “laboratorio ludico del riciclaggio” con la distribuzione di materiale informativo con l’obiettivo di aumentare la percentuale di raccolta differenziata migliorandone la qualità, rendere più efficiente la raccolta ed il riciclo dei rifiuti.
La punta di diamante della campagna è il monitoraggio della raccolta differenziata, nei lidi coinvolti, ma anche e soprattutto in città. Si chiede alle amministrazioni e alle aziende municipalizzate di collaborare, affinché a fine campagna si abbiano dei dati da presentare sulla raccolta differenziata in occasione della conferenza di chiusura.
 I nostri comportamenti quotidiani influenzano continuamente l’ambiente che ci circonda. L’auto che ci porta a al lavoro, il computer con cui lavoriamo o navighiamo in rete, la cucina con cui prepariamo da mangiare consumano risorse naturali scarse e preziosissime. Questi consumi sono inoltre associati all’emissione di sostanze inquinanti e alla produzione di rifiuti non sempre facili da smaltire. Ma non basta. La maggior parte dei prodotti con cui entriamo in contatto tutti i giorni arrivano sulle nostre tavole da migliaia di chilometri di distanza, con un notevole impatto ambientale. Non conosciamo chi li ha realizzati e
soprattutto in quali condizioni di lavoro e a quale costo.
Imparare a cambiare il nostro stile di vita è fondamentale non solo per l’ambiente, ma anche per la società e per le nostre tasche, rispettando e valorizzando il lavoro di chi si trova all’estremo opposto della catena produttiva. La maggioranza degli europei considera i mutamenti climatici un problema serio, e molti considerano il riscaldamento globale come il problema più grave in assoluto. Dopo povertà, fame, mancanza di acqua potabile, i cambiamenti climatici appaiono come la prima questione con cui tutti i cittadini dovranno fare i conti nel prossimo futuro.


La Festa dell’Albero 2018

 

Il Circolo Legambiente di Petilia Policastro, con la collaborazione del Reparto Carabinieri Biodiversità di Catanzaro, ha aderito e organizzato la 24a edizione  della“Festa dell’Albero”.

L’attività è stata realizzata nelle due mattinate di venerdì 23  e 30 novembre 2018, poco dopo la Giornata Nazionale degli Alberi, il 21 novembre, riconosciuta dalla Legge n.10 del 14 gennaio 2013, rispettivamente nel cortile della Scuola Primaria, di v. D.Alighieri, partecipazione delle classi prime, seconde e terze della Scuola Primaria, di alcune classi dell’infanzia, della classe 2^A del locale Liceo Scientifico e nella frazione di Foresta,  nel cortile della scuola .

Luigi Concio, Presidente del locale Circolo Legambiente, nonché docente del liceo Scientifico, nel corso dei saluti, ha ricordato l’atto vile perpetrato nei confronti della Dirigente Scolastica Giuliana Cicero, dell’Istituto Comprensivo D.Alighieri, esprimendo solidarietà e accostando l’azione criminale ai numerosi incendi boschivi del 2017, ricordando il motto dello scorso anno “Il fuoco brucia il nostro futuro“.

Il col. Cucci, del Reparto Carabinieri Biodiversità di Catanzaro, ha richiamato il significato dell’istituzione della Festa dell’albero, esprimendo la vicinanza alle associazioni ambientaliste, alle scuole, con nuovi progetti di Educazione ambientale.

I liceali hanno fatto dato luogo ad un flash mob, alzando le braccia, come tanti rami, verso il cielo e sensibilizzando, attraverso una “intervista” ad un albero di “città”, il problema del degrado del verde urbano, alberi di città, esseri viventi, che si sono trasformati in arredi, che hanno perso progressivamente la loro importante azione ecologica, resi sempre più vulnerabili agli agenti atmosferici.

Le classi della scuola dell’infanzia e della primaria hanno presentato delle poesie, canzoncine. Un momento toccante, quando tutti i partecipanti hanno alzato le braccia al cielo, come tanti rami,  verso il cielo azzurro, verso la luce, una luce di speranza, con i piedi ben “saldi a terra”, come gli alberi sani che hanno radici sviluppate e ben profonde.

La nuova edizione della Festa dell’Albero è stata dedicata all’accoglienza, alla solidarietà, affinché “come gli alberi, questi valori possano mettere radici forti e profonde nel nostro paese e fermare le ondate di razzismo e intolleranza che stanno attraversando in modo preoccupante i nostri territori, è stata proposta l’attività: “Costruiamo insieme l’Albero dei Valori”. I giovani studenti hanno rivestito un albero, l’ultimo dei pioppi sopravvissuto ai “tagli” degli ultimi anni, con delle targhette dove hanno associato una parola al termine “accoglienza”. Tante parole scritte sul cartoncino: amore, amicizia, abbraccio, generosità …, un bellissimo momento di condivisione di valori in una società sempre più disgregata, isolamento degli individui, di perdita di senso di appartenenza.  

L’attività si è conclusa con la piantumazione di alcune piante, delle querce rosse.

La Giornata Nazionale degli Alberi rappresenta l’occasione privilegiata per porre l’attenzione sull’importanza degli alberi per la vita dell’uomo e per l’ambiente.
Da sempre gli alberi ci raccontano la storia, combattono, grazie alle loro radici, i fenomeni di dissesto idrogeologico, mitigano il clima, rendono più vivibili gli insediamenti urbani, proteggono il suolo e migliorano la qualità dell’aria. Nella Giornata, il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, realizza nelle scuole di ogni ordine e grado, di concerto con il Ministero dell’istruzione, iniziative per promuovere la conoscenza dell’ecosistema boschivo, il rispetto delle specie arboree ai fini dell’equilibrio tra comunità umana e ambiente naturale, l’educazione civica ed ambientale sulla legislazione vigente, nonché per stimolare un comportamento quotidiano sostenibile al fine della conservazione delle biodiversità.

                        Infine, l’iniziativa è stata inserita all’interno delle attività di Legambiente Nazionale: “Climanet – In rete per il clima“, un’azione di cittadinanza attiva che vede i giovani studenti protagonisti informati e consapevoli della necessità di cambiamento, della riduzione della propria impronta ecologica, del ruolo che hanno le foreste nel contrastare i cambiamenti climatici.


Puliamo il Mondo

Puliamo il Mondo  2018 con Ecotyre, raccolta  straordinaria dei PFU -pneumatici fuori uso- , Roccabernarda, 28 settembre

Puliamo il Mondo  2018 nel Parco Nazionale della Sila, 29 settembre

Puliamo il Mondo 2018  dai Pregiudizi, Badolato 30 settembre

Il Circolo Legambiente di Petilia Policastro ha aderito alla XXVI edizione di “Puliamo il Mondo”, l’edizione italiana di “Clean Up the World”, promossa in Italia dalla Legambiente, 28, 29, 30 settembre 2018, tre giorni duranti i quali migliaia di volontari, tra cittadini, scuole e amministrazioni, di tutta Italia, saranno impegnati nel ripulire le aree degradate del Paese e fare un gesto concreto a favore dell’ambiente, le nostre attività:.
– venerdì 28 settembre, insieme all’Amministrazione Comunale di Roccabernarda, è stata organizzata l’iniziativa: “Puliamo il centro storico di Roccabernarda”, con la partecipazione degli studenti della locale scuola media; l’appuntamento/partenza in piazza S.Barbaro alle ore 9:00; inoltre, il Comune ha aderito alla raccolta straordinaria di PFU -pneumatici fuori uso – abbandonati in aree pubbliche, una iniziativa patrocinata dal Ministero dell’Ambiente, promossa da Legambiente e dal consorzio EcoTyre che rappresenta un’eccellenza nella gestione dei pneumatici usati;
– sabato 29 settembre, “Puliamo il Parco Nazionale della Sila”, con la partecipazione delle classi prime del Liceo Scientifico di Petilia Policastro e del Reparto Carabinieri Biodiversità di Catanzaro diretto dal Col. Nicola Cucci; l’appuntamento è alle ore 9:00 presso il villaggio Principe di Petilia Policastro;
– domenica 30 settembre, a Badolato, insieme ai Circoli calabresi a Legambiente Calabria, per l’iniziativa: “Puliamo il mondo dai pregiudizi”, per promuovere l’accoglienza dei migranti e dimostrare come l’integrazione sia il motore di una società civile, aperta culturalmente ed ecologica.
Puliamo il mondo è un’occasione non solo per un’azione di recupero ambientale ma anche per creare un rapporto di collaborazione tra cittadini e istituzioni locali, unite per testimoniare il proprio rispetto per il territorio, per ribadire che, se lo vogliamo, un mondo diverso è possibile.

L’iniziativa è inserita nelle attività del progetto: “Climanet – In rete per il clima”, un’azione di cittadinanza attiva, per la riduzione della propria impronta ecologica.


Puliamo il Mondo

Puliamo il Mondo dai Pregiudizi, Badolato 30 setttembre

Il Circolo Legambiente di Petilia Policastro (KR) ha aderito nei giorni 22 e 23 settembre, alla XXV edizione di  “Puliamo il Mondo ”, l’edizione italiana di “Clean Up the World”.

Nelle giornate di Puliamo il Mondo migliaia di volontari lungo la Penisola hanno messo a disposizione della comunità il loro tempo per riqualificare spazi comuni sporchi e trascurati, per liberare dai rifiuti abbandonati centri storici, strade e piazze di periferia, stazioni, parchi urbani. 
            L’attività, il 22 settembre, con la collaborazione degli operatori dell’ANAS diretti dal geom. Rosario Montesano, coadiuvato dal geom. Biagio Marra, ha interessato un tratto della strada statale 107 – La Silana Crotonese -, ha visto la partecipazione di un gruppo di liceali petilini.

In tutt’Italia, sono stati ripuliti tratti stradali di competenza ANAS, per porre l’attenzione di un grave fenomeno, diffuso su tutto il territorio nazionale, quello dell’abbandono dei rifiuti, in particolare nelle piazzole di emergenza. La formazione di discariche di rifiuti rappresenta non solo un grave degrado ambientale e per la sede stradale, diventa un serio pericolo per la sicurezza e per la circolazione stradale.

Dopo 25 anni di Puliamo il Mondo, questa collaborazione con l’ANAS -ha dichiarato Rossella Muroni, Presidente di Legambiente – ci consente di portare il nostro intervento anche sulle sede stradali, purtroppo molte persone hanno la cattiva abitudine di abbandonare, addirittura a lanciare i rifiuti, come se le strade fossero microdiscariche”.  Filomena Ierardi, della segreteria regionale di Legambiente Calabria, che ha partecipato all’attività, ha dichiarato: ”Una bella e preziosa collaborazione che speriamo sia la prima di tante altre; quando le diverse realtà si incontrano e si fondono per una causa comune tutto diventa semplice e il segnale che oggi abbiamo dato è forte. È stato prezioso scrutare i volti di chi passava in auto e appagante sentirsi utili. Grazie a tutti i legambientini e alle unità Anas che oggi ci hanno supportato!
Grazie agli studenti del Liceo Scientifico Raffaello Lombardi Satriani che con la loro buona volontà e la loro speranza negli occhi ci garantiscono che cambiare si può
! “

  L’attività di pulizia, nella mattinata del 23, con la collaborazione di Alberto Garofalo e Pietro Caligiuri, del Reparto Carabinieri Biodiversità di Catanzaro diretto dal Col. Nicola Cucci, ha interessato il villaggio Principe di Petilia Policastro e un’area che ricade nel Parco Nazionale della Sila. L’iniziativa ha consentito, ai giovani liceali delle classi prime e agli ospiti del Centro socio riabilitativo Madre Teresa di Calcutta, un’osservazione diretta dello stato di sofferenza dei nostri boschi,  non solo dovuto al lungo periodo di siccità, perchè, purtroppo, è abbastanza frequente il taglio degli alberi (furto di legname e atti vandalici) e una ripresa, negli ultimi giorni, di diffusi fenomeni di incendi, fortunatamente di limitata estensione. Un segnale inquietante di chi vuole trasformare il territorio in un luogo di “razzia”, in barba ad ogni legge, vincolo, conservazione della natura.